Marionette » QUADRI DI UN'ESPOSIZIONE

Pantomima per marionette di Augusto Grilli
Musiche di Mussorgsky/Ravel
Atto unico in otto quadri

LA TRAMA

Primo quadro:
Guido De Bonis – Nel Bosco
Nani boscaioli sono al lavoro mentre gufi percorrono il cielo.
Compare una mano che li insegue e li cattura. Anche lo gnomo gigante viene catturato dalla mano misteriosa mentre dal cielo cade una nevicata di stelle.

Secondo quadro:
Vannetta Cavallotti – IL vecchio castello
Una cancellata/muretto chiude al scena mentre sue sacerdoti montano la guardia; al riaprirsi di questa una serie di torri ed un tempietto compaiono come dal nulla mentre una mano porta in scena una Regina in attesa del suo Re.

Terzo quadro:
Dionisia Goss – Il vampiretto e il tartunfaglio
In mezzo alle fiammate di alcuni crateri il vampiretto inizia la sua danza fino a che la variazione della musica introduce il tartunfaglio, essere peloso dal contenuto arcano.

Quarto quadro:
Sergio Aimasso – La città
Una città meccanica prende vita e colori mente più serie di elementi-ballerine ravvivano questa atmosfera. Che cosa ci faranno i gatti Felix in questo insieme?

Quinto quadro:
Anna De Rossi – Uomo con chitarra e ballerine
Marionette-manichino popolano la scena mentre un gruppo di ballerine irrompe con una palla la piede. Anche cani e cavalli si ritrovano nello stesso ambiente, mentre il tramonto della luna chiude al scena.

Sesto quadro:
Maria Gramaglia – La barca
In un'atmosfera verde-viola avanza la barca che trasporta essere impuri verso una nuova dimensione. Infatti al loro posto ritorneranno dei personaggi di cristallo simboleggiando la purificazione raggiunta.

Settimo quadro:
Amerigo Carella – Lo specchio
La marionetta scopre a poco a poco l'esistenza del suo Doppio, riflesso in uno schermo deformante.

Ottavo quadro:
Raffaele Ponte Corvo – Guardiani del Mare
Si animano gli elementi che compongono il quadro mentre i personaggi che hanno dato vita a quelli precedenti affollano la scena aggiungendosi marionette alle marionette. Il sole sorge.

TECNICHE:
Marionette e filo di tipo tradizionale lavorano accanto a elementi mobili di vaga ispirazione surrealista. Sagome e scenografie contribuiscono attivamente allo svolgimento dell'azione prendendone parte continuamente. L'uso delle luci e dei colori rende ancor più fantastico l'ambiente, creando particolari suggestioni.
L'impianto di scena è realizzato in modo tradizionale, lasciando tra due azioni successve ampio spazio all'osservazione dei quadri realizzati dai vari pittori, quadri che vengono utilizzati come sipari.

I MOTIVI DI UNO SPETTACOLO:
Fra i tanti modi possibili di ricordare un amico scomparso è stato certamente originale quello che noi, amici di Raffaele Pontecorvo (noto pittore e disegnatore di origine napoletana, ma torinese di adozione, capostipite del surrealismo piemontese) abbiamo scelto.
Sette pittori – Sergio Aimasso, Amerigo Carella, Vannetta Cavallotti, Guido De Bonis, Anna De Rossi, Dionisia Goss e Mario Gramaglia – hanno realizzato altrettanti quadri ispirandosi alla musica di Mussorgsky; questi sono serviti ad Augusto Grilli per la realizzazione di una pantomima per marionette andata in scena alla rassegna "Il gioco dei fili 1987".
Visioni dell'inconscio pittorico che Grilli ha fatto sue, rielaborandole a misura del proprio, perché a sua volta lo spettatore vi legga ciò che percepisce in quel preciso momento. Una sorta di composizione-scomposizione del quadro dove tutto è movimento: la luna, il cane, l'albero, le farfalle, ma anche figure geometriche o quelle famosissime del quadro di Ponte Corvo "I guardiani del mare", che costituisce l'ultimo sipario di questo difficile ma stimolante spettacolo dalle molte risonanze oniriche e poetiche, ma anche esistenziali, ci pare, indicando appunto nel movimento delle cose lo scorrere del tempo.
Graziella Granà

ESIGENZE TECNICHE:
Pedana mt 6x4 alta 50 cm.
Presa corrente 220V. 6 KW
Buio
Condividi:




Scarica la Scheda

Scarica le Foto per la Stampa

seguici su Facebook
La Collezione Marionette Grilli cerca casa!
10.000 marionette, burattini, ombre e pupazzi provenienti da tutto il mondo e databili dal Settecento ai giorni nostri sono in cerca di una casa in cui tornare a vivere.
ENTRA Ti piacerebbe organizzare una mostra con le nostre marionette?
Per avere informazioni sulle mostre già realizzate e sapere come ospitarne una clicca qui.
LEGGI
foto e video newsletter e contatti